bisellatura

Etichetta di dominio
IN
Etichetta Grammaticale
Sostantivo femminile
Definizione
Operazione di finitura con cui si eseguono smussi sui bordi di lastre rifilate al fine di prevenire scheggiature in fase di posa in opera.
(2)
Nota
La bisellatura è uno dei due procedimenti di finitura di strisce (lastre con larghezza max. di 90 cm o trasformate in pannelli da 90x90 cm)
e marmette; l’altro procedimento si effettua per mezzo di lucidacoste. La bisellatrice (o linea di finitura) è impiegata per la lavorazione di marmette con dimensioni standard. E' dotata di rulliere, nastri di trascinamento e cinghie per l’avanzamento e la rotazione del materiale.
Gli abrasivi, montati su mandrini, consentono di rettificare i lati del prodotto e smussare gli spigoli (questa smussatura è detta bisello) e di trattare la superficie grezza posteriore n modo da migliorare la posa in opera.
1
Contesto
Bisellatura delle lastre di pietra naturale lisciate a mola con leggero arrotondamento degli spigoli (r= mm 2-3). E' compreso quanto altro occorre per dare l'opera finita.
2
Trascrizione fonetica
bi|sel|la|tù|ra
Sinonimi/Antonimi
Sinonimi : si trova la variante smussatura
Contrari:
Variazioni ortografiche:
Note d’uso: esiste il verbo bisellare
3
Etimologia
Dall'ant. fr. *bisel, mod. Biseau
4
Ente
Università degli Studi di Genova, Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, Corso di Laurea per Traduttori e Intrepreti.
Data di elaborazione della scheda
2022-01-20
Autore
Sara Khazali
Fonti

Ritorna alla Barra di Navigazione